martedì 23 settembre 2014

Recensione "La memoria del cuore" di Kim e Krickitt Carpenter

Buongiorno!!! ^^ Mentre il nostro GA continua (lo trovate qui), ecco la recensione di un libro che non vedevo l'ora di leggere, ma che alla fine non mi ha fatto impazzire, anche se trovo la storia incredibile. ;)

Titolo: La memoria del cuore
Autore: Kim e Krickitt Carpenter
Traduttore: Roberta Cristofani
Pagine: 215
Anno di pubblicazione: 2012
Editore: Bur
ISBN: 9788817059541
Prezzo di copertina: € 10,00

Trama: Si erano conosciuti un anno prima e avevano capito subito di essere anime gemelle. Al ritorno da un favoloso viaggio di nozze, Kim e Krickitt sono pronti a iniziare la loro vita insieme. Ma un violento incidente d'auto manda letteralmente in frantumi i loro sogni: Krickitt rimane gravemente ferita e quando esce dal coma ha dimenticato completamente gli ultimi mesi della sua vita. E si ritrova sposata a un perfetto sconosciuto, per il quale non prova nulla. Distrutto dal dolore, ma determinato a non rinunciare al suo grande amore, Kim decide di sfidare il destino: conquisterà il cuore di sua moglie una seconda volta, ricominciando da capo, come se l'avesse appena conosciuta.
 Voto:



Questo libro racconta la storia di Kim e Krickitt: i due si innamorano e si sposano, ma a pochi mesi dal matrimonio un grave incidente stradale sconvolge la loro vita. Riescono a sopravvivere, ma Krickitt dovrà affrontare lunghi mesi di coma, perdite cerebrali gravissime e terapie di tutti i tipi. E ha perso la memoria sin da prima del matrimonio, quindi non ricorda per nulla suo marito Kim.

La storia, vera, è la testimonianza di come due persone spinte e sostenute da una forte fede sono riuscite a non mollare mai e a far rinascere di nuovo un rapporto che per svariati motivi sarebbe potuto lacerarsi per sempre. Il punto cruciale del libro è infatti la grande fede in Dio che i protagonisti del romanzo testimoniano.


Ho trovato il libro scritto in maniera molto semplice, si legge velocemente senza problemi e trovo che la storia di queste due persone sia veramente incredibile: trovare la forza e il sostegno dalle persone attorno, ma soprattutto nella fede è un bell'insegnamento da trasmettere agli altri. Adesso Kim e Krickitt si sono risposati e hanno due figli e una bella famiglia.
Quello che non mi sono piaciuti sono stati i capitoli finali nel quale Kim, il marito, racconta dell'impatto che hanno avuto i media nel divulgare la loro storia, di tutte le interviste e gli inviti che hanno ricevuto da parte delle trasmissioni televisive: non credo sia stato molto pertinente alla storia. Voglio dire, è bello sapere che una testimonianza del genere venga divulgata, ma mi è sembrato quasi come se se ne volesse vantare. Come a dire: "Siamo andati da: Oprah, Sally Jesse Raphael, Ann Curry, Leeza Gibbons, Montel Williams, Maury Povich". Capisco che voglia parlarci di come la sua esperienza di vita abbia avuto un impatto globale, davvero, ma che bisogno c'è di fare una lista dei talk show ai quali sono stati intervistati??? A parte questo, è un libro scritto carinamente, con una storia davvero eccezionale.

Per quanto riguarda il film, l'ho preferito al libro: la storia è modificata e la questione "religiosa" è molto più leggera. Non sono una credente fervida, per cui, confesso di aver storto il naso molte volte, ma questa credo sia una questione tutta personale.

In conclusione, quindi, è un libro che vi consiglio: sia che siate scettici nei confronti della religione oppure no, è bello leggere di come due persone possano avere un tale coraggio, una tale speranza e fede da portarli a superare tutti gli ostacoli e a stare ancora insieme, di nuovo.



3 commenti:

  1. Ciao Ilaria...io questo libro l'avevo cominciato ma l'ho abbandonato subito perchè non mi ha preso più di tanto. Mentre il film, strano a dirsi visto che ci sono due attori che mi piacciono molto (e no, non solo perchè Channing Tatum è un figo pazzesco xD), non mi è piaciuto, lei l'avrei strozzata un paio di volte >-<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' come me insomma, cioè il libro non mi ha preso molto, ma essendo molto semplice e con poche pagine non ho faticato a portarlo a termine. Ma dai, il film non ti è piaciuto?!?!? Ok, all'inizio anch'io volevo ucciderla, però poveraccia, se pensi a quello che le è successo... ahahahah Channing Tatum è troppo carino, meno male però che sta facendo anche altri generi di film, mi dispiace vederlo "bloccato" nei film romantici! ;)

      Elimina
  2. Il film talvolta è fastidioso, più del libro. La narrazione di sottofondo è adeguata e profonda, ma credo costituisca l'unica colonna dorsale portante del film. Questa attrice ha recitato in altri film che mi piacciono (come: un amore all'improvviso), ma la sua presenza è statica, senza parlare del sorriso continuo dovuto alla mancata occlusione dei denti. L'attore Tatum non è dei migliori, bisogna ammetterlo. Però mi è piaciuto ed ho anche acquistato il DVD. Il libro è scritto bene e fortunatamente ben tradotto (io l'ho preventivamente letto in Inglese). C'è una leggera dispersione finale con quell'elencazione che si poteva evitare, ma, da scrittrice, evito di giudicare gli scritti altrui. Non c'è un metodo, né qualcosa che faccia da filo conduttore. A parte la linguistica, su cui non transigo, per il resto non suggerisco. Se un autore non mi piace non compro nient'altro. In Italia di incompetenti, che però vendono, siamo pieni. Per me è così almeno. Ciao. Anna Maria Pilotto

    RispondiElimina